Monday, December 26, 2011

La mia maratona

A fine agosto mi sono fratturato il radio durante una competizione di Brazilian Jiu Jitsu, in semifinale.

Dopo anni di pratica costante l'infortunio era solo una questione di tempo.

Ho dovuto passare un mese con il gesso e una volta tolto mi hanno detto che avrei dovuto rimanere a riposo per tre mesi !!!! vi rendete conto ? Abituato ad allenarmi 2 ore al giorno 7 giorni su 7 e costretto all'inattività per T-R-E MESI !

Lo sport fa bene

Inutile dire lo sconforto e la frustrazione.
Ho cercato di prenderla con filosofia e mi sono dato alla corsa, unica attività permessa.
Nel mese di Ottobre sono andato a correre 21 volte, a novembre 20. Niente di speciale, sessioni da 35-40 minuti condite da ripetute, scatti e da qualche Tabata di squat jump/high jump.

Verso la fine di novembre scherzando con un'amica questa mi ha provocato chiedendomi perchè non facessi la maratona di Londra. Beh sarebbe meglio smetterla di propormi cose assurde perchè poi le faccio!

Tutto gasato, mi sono informato scopredo che, nonostante fosse in Aprile, la maratona di Londra era già sold out. Qualche giorno dopo scopro che c'era un ultima chance per partecipare, bastava raccogliere1500£ per la Charity e poi sganciare altri 100£ per iscriversi. Easy!

A questo punto mi sono detto, perchè non farla per conto mio e basta?

Vantaggi: risparmio economico e risparmio in nevrosi, mi immagino il caos che ci deve essere quando migliaia di persone si accalcano per un evento del genere.

Prima di buttarmi sui 40km ho fatto un paio di sessioni da 10km, di cui una al bellissimo Richmond Park, il parco piu grande di Londra,  e una da 23km lungo il Tamigi con direzione Hyde Park.

Richmond Park

Sabato 17 Dicembre: la mia maratona!

  • Equipaggiamento: pantalone lungo, felpa dei blind guardian con cappuccio, giacchetta leggera, guanti, scarpe usurate dell'Asics, cellulare con GPS, snack della boost, una moneta da 2£ per emergenze(!!), chiavi di casa e molta determinazione!
  • Meteo: alle 11.37 soleggiato, 4-6°C, strade ancora bagnate dalla pioggia notturna.

Si parte, da Shadwell, campo base, attraverso il Tower Bridge, London Bridge, rimango sulla sponda nord del Tamigi superando Millenium bridge, Embankment, Parliament House, Big Ben, Putney Bridge, fino ad arrivare allo stadio del Fulham, Craven Cottage.

Siamo a 20 km, a metà strada, sono passati 1ora e 50 minuti. Ottimo, sono carico, l'entusiasmo e il morale sono ancora alti.

Do un morso allo snack e mi appresto a tornare indietro... sarà più lunga del previsto!

Verso il km numero 25-26 la stanchezza e la sete cominciano a farsi sentire, do un altro morso allo snack e proseguo. Quanto vorrei bere.

Primi cedimenti psicofisici verso il km #30-31, conferma ne è il fatto che sbaglio strada e mi ritrovo di fronte ad Harrods!! Un casino di gente, le imprecazioni si sprecano!

Riesco a divincolarmi dalla marea umana e infilarmi in qualche via secondaria. Parlo da solo per motivarmi.

"non posso mollare ora, mancano meno di una decina di kilometri, fesserie!"

Vorrei fermarmi e bere da una pozzanghera, resisto!

Sono al km #37, so che è quasi finita, e da ingenuo aumento il passo... risultato appena mi fermo al semaforo per attraversare sento una fitta al quadricipite: CRAMPO!
Maledico la gamba, inspiro profondamente, cerco di rilassarmi, è ancora rosso... scatta il verde riparto.
Piano... piano... riprendo un buon passo... ok posso farcela!

Il peggio è passato ormai mancano solo un paio di kilometri, pochi minuti, un paio di canzoni dal mio cellulare potrebbero darmi la carica necessaria.

La riproduzione casuale pesca Wild boys dei Duran Duran, non può essere un caso! Gasato più che mai proseguo spedito e completo la mia maratona di 41200m in 3 ore, 58 minuti.

Anche questa è andata.


4 comments:

  1. te sei matto! :)
    ma eri già a londra quando te lo sei rotto?

    ReplyDelete
  2. complimenti!!! i piedi come stanno??

    ReplyDelete
  3. completamente folle ! ma il braccio come te lo sei/hanno rotto ?

    ReplyDelete

There was an error in this gadget